Servizi

Ottica Pelosin: centro ottico specializzato dal 1968, a gestione famigliare da due generazioni, garantisce serietà ed esperienza offrendo i seguenti servizi:

Lenti estetiche sottili ed extra sottili

Realizzazione lenti organiche e minerali ad altissimo indice per la correzione di alte ametropie.

Occhiali per bambini e ragazzi

Per i bambini e ragazzi abbiamo la soluzione per soddisfare le esigenze a tutte le età

Applicazione di tutti i tipi di lenti a contatto

Lenti a contatto sferiche e toriche morbide e rigide gas permeabili.

Visite optometriche specialistiche

Visite optometriche specialistiche e consigli sui prodotti più idonei al singolo problema.

Manutenzione e post vendita

Servizio post vendita, sostituzioni, assistenza, saldature, adattamenti ed altre riparazioni eseguite con la massima professionalità e rapidità realizzate dai nostri tecnici rigorosamente in sede.

Prevenzione

Il nostro staff consiglia controlli periodici dal medico oculista.

Contattologia

Scopri tutte le novità di lenti a contatto di Ottica Pelosin.
Potrai trovare le lenti a contatto giornaliere, bisettimanali, mensili per astigmatici (toriche), presbiti e ipermetropi, multifocali (progressive).
Specialisti in applicazione e servizio post vendita per controlli periodici.
Richiedi una prova di lenti a contatto



Prenota le tue lenti online (Servizio disponibile solo per android e da smartphone).
Ricordati di inserire: Nome e cognome, modello delle lenti, diotrie ed il negozio dove desideri ritirarle.
Lo staff di Ottica Pelosin ti avviserà appena saranno disponibili le tue lenti.

Lenti a contatto morbide

Sono prodotte utilizzando tecnologie all' avanguardia che le rendono ottime per la salute degli occhi. I materiali utilizzati per queste lenti permettono un passaggio superiore di ossigeno alla cornea che consente di indossarle per un tempo prolungato e confortevole.

Lenti a contatto gas permeabili

Le lenti a contatto gas permeabili sono spesso definite anche lenti rigide, GP o GPR (lenti rigide gas permeabili). Queste lenti a contatto non contengono acqua, tuttavia, offrono performance e comfort nella correzione di problemi particolari.

Le lenti a contatto giornaliere

Le lenti a contatto giornaliere sono semplici da utilizzare: le indossi al mattino e le getti alla sera. Queste lenti non richiedono nessun tipo di manutenzione, eliminando così il costo per le soluzioni e per i prodotti necessari alla pulizia e disinfezione richiesta per gli altri tipi di lenti.

Le lenti a contatto quindicinali

Le lenti a contatto quindicinali, o bisettimanali, sono progettate per essere indossate durante il giorno fino a due settimane. Sono indicate soprattutto per coloro che desiderano combinare i vantaggi delle lenti a contatto giornaliere con la convenienza e la manutenzione mensile.

Lenti a contatto mensili

Le lenti a contatto mensili lo dice la parola stessa, sono progettate per essere indossate durante il giorno per un intero mese per poi essere sostituite con un nuovo paio. Queste lenti devono essere indossate durante il giorno e sistemate nell'apposita soluzione detergente durante la notte

Lenti a contatto colorate

Le lenti a contatto colorate sono disponibili sia graduate per la correzione di un difetto visivo, sia per il solo utilizzo cosmetico con diottrie 0.00 per un look particolare o una serata speciale.

Statistica problemi di vista dei bambini 0-16 anni

Se il bambino non vede bene non sempre si vede.

Grafico riportato dall'indagine sulle condizioni di salute oculare nella scuola materna e dell'obbligo di Roma della IAPB ITALIA (Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità - Sezione Italiana)

Il nostro staff con la collaborazione di un'ortottista specializzata si propone nell'eseguire screening visivi preventivi presso le scuole dell'infanzia del comprensorio.

Miopia

33.1%

Astigmatismo ipermetropico

6.9%

Ipermetropia

21.5%

Astigmatismo

26.7%

Astigmatismo miopico

11.8%

5 motivi per scegliere Ottica Pelosin

Disponiamo di un team professionale composto da optometristi diplomati nelle migliori scuole italiane.

Il nostro team è in costante aggiornamento e formazione con un calendario rigorosissimo di appuntamenti congressuali.
Le lavorazioni sono rigorosamente eseguite in sede con tecnologie all'avanguardia per il massimo risultato tecnico e di rapidità.
Competenza e passione per questa scienza determinano un'attenzione particolare ad ogni singolo cliente e post vendita.
Con 2 sedi puoi scegliere quella più comoda in cui recarti per le tue esigenze.

Lenti da vista

Ottica Pelosin progetta le tue lenti da vista su misura con le migliori tecnologie, straordinariamente leggeri, confortevoli, efficaci ed esteticamente belli.

Trattamento antiriflesso

Il trattamento oltre che ad avere grandi qualità estetiche ha svariate caratteristiche che determinano un ottimo funzionamento anche a livello visivo. Inoltre la maggior parte delle lenti trattate con antiriflesso sono realizzate con una nuova tecnologia con strati di protezione delle superfici eccezionalmente resistenti alle abrasioni e di massima idrorepellenza per una facile manutenzione e pulizia delle lente.

Trattamento antiriflesso blu

Questo trattamento non si limita a favorire soltanto una visione rilassata, ma producono una sensazione di benessere per l'intera giornata grazie alla riduzione dell'eccessiva porzione della luce blu artificiale (originata da tv,monitor, tablet e smartphone ) che produce affaticamento oculare fino a generare problemi del sonno equilibrando il bioritmo.

Lenti da vista/sole polarizzate

C'è la possibilità per chi ha bisogno dell'occhiale da vista, di fare anche l'occhiale da sole con la gradazione di cui si ha bisogno, ma non solo, si può fare anche polarizzata. La differenza è che le normali lenti da sole diminuiscono solo la trasmissione della luce riducendone l'intensità mentre le lenti polarizzanti eliminando i raggi riflessi permettono una visione più confortevole, aumentano la profondità di campo e migliorano la percezione dei colori.

Lenti monofocali

Le lenti monofocali Sono così chiamate perchè hanno un solo potere diottrico, vengono utilizzate per la compensazione delle ametropie semplici (miopia, astigmatismo , ipermetropia e presbiopia).Consentono una visione puntuale solo ad una determinata distanza. Sono disponibili sia in cristallo che in materiale organico ed in tutti gli indici di rifrazione possibili per migliorare la funzionalità e l'estetica della lente .

Lenti progressive

Le lenti progressive Sono le lenti di maggiore efficacia quando la presbiopia si somma ad ametropie di base; permettono infatti una visione nitida dall'infinito (lontano) fino alla distanza di lettura, senza interruzioni di continuità. Le lenti progressive, tecnologicamente fra le più avanzate, si adattano alle varie necessità della vista, consentendo a chi le indossa di vedere al meglio a diverse distanze. In questo modo risultano efficaci in tutti i momenti della giornata.


Per comprendere la natura dei più comuni difetti ottici dell'occhio (detti anche vizi o errori di rifrazione) e la possibilità di correggerli con lenti o interventi chirurgici, occorre fare una breve premessa di ottica fisiologica. Per rifrazione si intende quella proprietà fisica per la quale un raggio luminoso viene deviato quando passa da un mezzo a un altro di differente densità ottica. Una delle principali funzioni dell'occhio è quella appunto di rifrangere i raggi di luce in modo tale che vadano a fuoco sulla retina: il sistema ottico dell'occhio deve essere quindi molto potente per focalizzare i raggi di luce paralleli in così breve spazio. In tutte le situazioni in cui i raggi luminosi, per svariati motivi, non sono focalizzati sulla retina si configura pertanto un errore o vizio di rifrazione. In altre parole, i vizi di rifrazione sono difetti ottici dell'occhio per cui i raggi luminosi provenienti dall'infinito non vanno a fuoco sulla retina, ma davanti (miopia) o dietro (ipermetropia , presbiopia), oppure parte sulla retina e parte davanti o dietro (astigmatismo semplice), oppure ancora davanti e parte dietro alla retina (astigmatismo misto).

In condizioni normali, gli oggetti posti a meno di 6 metri di distanza dall'occhio inviano raggi luminosi non paralleli ma divergenti, per cui essi andranno a fuoco non sulla retina ma dietro ad essa. Ciò significa che l'immagine retinica sarà sfuocata a meno che non intervenga un meccanismo di "messa a fuoco", in grado cioè di aumentare la lunghezza assiale del bulbo o il potere rifrattivo dell'occhio. Quest'ultimo meccanismo può essere attuato nell'uomo, in un processo definito accomodazione, mediante l'aumento di curvatura del cristallino (che assume una forma più sferica) ottenuto grazie al rilassamento delle fibre zonulari determinato dalla contrazione del muscolo ciliare. Il potere di accomodazione, massimo nell'infanzia dove è pari a circa 14 diottrie, si riduce progressivamente con l'età (a trentasei anni è pari circa a 7 diottrie, cioè dimezzato) e si esaurisce del tutto tra i sessanta e sessantacinque anni. Questa progressiva perdita del potere di accomodazione è nota come presbiopia , essa è dunque dovuta al fatto che il cristallino non è più in grado di modificare la sua curvatura a causa del suo progressivo indurimento e ingrossamento (con conseguente allentamento delle fibre zonulari), nonchè dell'indebolimento del muscolo ciliare.

Dopo la presbiopia legata all'avanzare dell'età, l'anomalia più frequente che colpisce l'occhio è la miopia: in questo caso i raggi di luce paralleli provenienti dall'infinito vanno a fuoco davanti alla retina. In oltre il 90% dei casi, tale anomalia è conseguente alla eccessiva lunghezza del globo oculare in rapporto al potere di rifrazione (miopia assiale). I raggi luminosi di un oggetto lontano si incontrano, quindi, anteriormente alla retina: l'immagine diviene sfuocata. Guardando da vicino, però, il miope vede più nitidamente; il punto di accomodazione infatti da lontano in un miope viene spostato in avanti. Sul piano clinico possono essere distinti tre fondamentali tipi di miopia: la miopia semplice, la miopia intermedia e la miopia patologica. La miopia semplice - detta anche "fisiologica" - è di lieve entità (non superiore alle 3 diottrie) e non presenta in genere alterazioni della retina nè di altre strutture oculari. La miopia intermedia (che in genere non supera le 6-7 diottrie) è certamente più importante dal punto di vista clinico, ma può ancora presentare una retina in buone condizioni. La miopia patologica - detta anche "degenerativa" - si associa pressochè inevitabilmente a lesioni a carico della sclera (assottigliamento con stafiloma posteriore), della coroide (assottigliamento, atrofia), della retina (atrofia degenerativa del polo posteriore e della periferia) e del corpo vitreo (liquefazione con collasso e distacco posteriore). Spesso si sente dire che l'incidenza della miopia è aumentata negli ultimi decenni. Ciò può essere riconducibile essenzialmente a tre fattori: in primo luogo è aumentato il numero di diagnosi di miopia, dovuto al miglioramento della strumentazione e dei metodi di analisi. Secondariamente, la statura media della popolazione dei paesi industrializzati è notevolmente aumentata; per tale ragione anche la cavità orbitaria è divenuta più grande e il globo oculare ha più spazio per svilupparsi. In terzo luogo non è da escludere che la frequente visione ravvicinata nel periodo dell'infanzia (urbanizzazione, videogiochi, televisione) rappresenti per il globo oculare uno stimolo per allungarsi.

Contrariamente alla miopia, l'ipermetropia necessita di minori cure, in quanto in giovinezza essa può essere compensata da una maggior accomodazione. In questo caso il globo oculare è troppo corto (ipermetropia assiale) oppure, più raramente, il potere di rifrazione di cornea e di cristallino è troppo debole (ipermetropia di rifrazione). I raggi luminosi paralleli di un oggetto lontano si incontrano, a muscolo ciliare rilasciato, posteriormente alla retina. L'ipermetrope può compensare ciò tramite un aumento del potere di rifrazione del cristallino e vedere quindi bene da lontano. Per vedere da vicino però la sua accomodazione non è sufficiente, e l'oggetto viene spontaneamente allontanato.

Nella miopia e nell'ipermetropia la rifrazione è la stessa nei differenti meridiani, cioè tutti i raggi luminosi che entrano nell'occhio vanno a fuoco nello stesso punto, e questo dipende principalmente dalla curvatura sferica della cornea. Nell'astigmatismo invece ciò accade perchè la curvatura corneale non è perfettamente sferica. Per avere un'idea della cornea astigmatica si pensi a un cucchiaio da cucina in cui, contrariamente a quanto avviene per una sfera, un meridiano ha una curvatura molto diversa da quella del meridiano ortogonale. Quando tale differenza si fa particolarmente marcata, il sistema diottrico oculare avrà due fuochi, tanto più distanti tra loro quanto maggiore è la differenza di curvatura tra i due principali meridiani corneali. Se il meridiano più curvo è quello verticale, l'astigmatismo è definito "secondo regola"; viceversa "contro regola" se il meridiano più curvo è quello orizzontale. Quasi tutti gli astigmatici sono bilaterali e su base ereditaria. In genere già presenti alla nascita, vengono spesso scoperti in occasione delle visite scolastiche. Piccoli aumenti possono verificarsi durante la crescita in rapporto all'aumento della lunghezza assiale del bulbo.

Offerte e convenzioni

Proteggi le tue lenti

La sicurezza di non avere pensieri. Proteggi la tua vista con le lenti sempre al top. Assicura l'esatta riproduzione delle tue lenti
1 - Assicurazione di 12 mesi per la sostituzione di una coppia di lenti nel periodo di validità
2 - Nessuna documentazione eccetto la presentazione della card rilasciata al momento della sottoscrizione
3 - Hai diritti ad uno sconto pari al 50% del prezzo di listino in vigore pro tempore

Costo
25,00 per lenti monofocali
50,00 per lenti progressive

Convenzioni

I nostri negozi sono convenzionati con:
- ULSS
- Arneg
- Cral
- SNEP International
- Sodalitas
- Studiare a Padova Card
- Imasaf
- Facco
- Comes
- Inarca
- Palestra Il Delfino
- Mamme Scontate

I nostri partner

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •